PH-metro Seven2Go Food

26 Aprile 2019

Promozione con validità dal 1 aprile al 30 giugno sul pH-metro Seven2Go Food con sconto extra. Assicuratevi che il sapore dei vostri latticini sia perfetto Il pH è un indicatore essenziale della qualità e della sicurezza dei prodotti alimentari. Per assicurarsi di avere ottenuto i livelli qualitativi prefissati, occorre misurare regolarmente il pH. Con i pH-metri, i controlli di qualità sugli alimenti diventano semplicissimi. Latte: Il pH del latte è pari a circa 6,8 e viene misurato per verificare l’eventuale presenza di impurità o possibili segni di infezione sia al punto di raccolta che a quello di consegna. Nei processi quali la sterilizzazione si controlla il pH, perché un valore inferiore contribuisce a velocizzare il processo stesso. Formaggio: Il monitoraggio del pH durante la lavorazione del formaggio migliora la produttività e il sapore del prodotto finito. Solitamente il pH del formaggio è compreso tra 5,1 e 5,9, ma può variare tra i diversi tipi di formaggio o tra i lotti della stessa varietà. Yogurt: La qualità dello yogurt dipende dal controllo dell’acido lattico generato dalla fermentazione. Il lattosio si trasforma in acido lattico, riducendo il pH a valori tra 4,25 e 4,6. L‘azione dei batteri viene interrotta attraverso un veloce raffreddamento quando si raggi

23 Aprile 2014

L’analisi dell’annacquamento del latte alla portata di tutti!

CryoSpecial 1 è il nuovo crioscopio “entry-level” per la rapida determinazione della variazione del punto crioscopico del latte dovuta ad annacquamento. Ideale per tutti i caseifici o i laboratori di analisi lattiero-casearie che dispongono di un budget limitato o devono eseguire poche analisi giornaliere. Le sue prestazioni analitiche sono in pieno accordo agli standard di riferimento internazionali IDF – ISO 5764 : 2009 e AFNOR.  

Caratteristiche tecniche:

  • – Capacità: singolo campione
  • – Visualizzazione del punto crioscopico e della percentuale di acqua aggiunta
  • – Sistema di raffreddamento con celle Peltier pilotate da microprocessore
  • – Ventilazione forzata
  • – Temperatura di esercizio: da +5°C a +36°C
  • – Calibrazione automatica
  • – Agitazione e colpo di frusta pilotati da software
  • – Testina a movimento manuale con avvio/termine dell’analisi in automatico
  • – Non richiede liquido refrigerante
  • – Lettura in gradi °C o °Horvet
  • – Calcolo della % di acqua aggiunta
  • – Volume del campione: 2 o 2,5 ml
  • – Durata dell’analisi: 3 minuti circa
  • – Tempo di riscaldamento strumento: 5 minuti